Continua ad aumentare da parte delle case automobilistiche l’offerta delle vetture stradali rialzate, un po’ suv e un po’ coupé. La Volvo V40 Cross Country rientra in questa categoria, portando avanti tale concetto di auto espresso per la prima volta dalla Casa svedese nel 1997 con la V70 Cross Country.

La Volvo V40 Cross Country si basa sulla V40 berlina, rispetto alla quale si contraddistingue da alcune differenze stilistiche in stile off-road: maggiore altezza da terra di 40 mm, fascioni sotto i paraurti non verniciati, bande laterali e protezioni del sottoscocca in alluminio e cerchi in lega da 19” dal design inedito.

Svelata nel color Row Copper, dell’esemplare nelle foto, la V40 Cross Country presenta all’interno cuciture a vista che riprendono la tonalità della carrozzeria, mentre per gli interni in pelle sono disponibili cinque tinte diverse tra cui il marrone Espresso Brown. Svariate le possibilità di personalizzazione sia per gli interni che per gli esterni.

La V40 Cross Country T5, versione top di gamma, è l’unica ad essere dotata della trazione integrale AWD, e grazie alla potenza di 254 cv e alla coppia massima di 400 Nm è in grado di coprire lo scatto da 0-100 km/h in 6,1 secondi. Dotata della trasmissione automatica Powershift di serie, fa registrare un consumo medio di 7,8 l/100 km.
Oltre alla versione T5 la V40 Cross Country sarà offerta anche la versione T4, che a seconda del mercato avrà un 1.6 litri da 180 cv (come la V40 in vendita in Italia) o un 2.0 litri 5 cilindri con la medesima potenza.

I motori diesel che equipaggeranno la V40 Cross Country saranno il D2 da 115 cv, campione nel risparmio di carburante con un consumo medio di soli 3,8 l/100 km, il D3 da 150 cv e il D4 da 177 cv, entrambi disponibili con cambio manuale o in opzione automatico Powershift a 6 rapporti.