Secondo la relazione “Light Duty Fuel Economy Trends” effettuata dall’Agenzia EPA (Environmental Protection Agency), la Casa giapponese Mazda è prima in alle classifica USA per quanto riguarda i consumi di carburante.

I consumi medi dichiarati dalla Casa nel ciclo combinato per i modelli Mazda venduti nell’anno 2014 sono di 29.4mpg (8.0l / 100 km), un miglioramento del 5% rispetto all'anno precedente, con emissioni di CO2 di 302g / miglio (188g / km ), più basse del 9% rispetto alle precedenti.
Confrontando questi dati con quelli medi statunitensi, si può osservare come Mazda abbia ottenuto un notevole risultato: 24.3mpg (9.7l / 100km) e 366g / miglia (227g / km) sono infatti la media di emissioni e consumi USA.
 

TECNOLOGIA SKYACTIV

Mazda è riuscita ad ottenere questi consumi grazie alla tecnologia Mazda SKYACTIV, che rappresenta la base delle attuali generazioni di Mazda. Questa tecnologia non riguarda solo le motorizzazioni, ma anche trasmissioni, telai e carrozzerie sviluppate da zero.
I risultati EPA, che rispetto a quelli europei sono più “realistici” nel determinare i consumi e le emissioni, riflettono anche soluzioni tecniche sperimentate da Mazda per ottimizzare la combustione interna nei motori in generale e nella specifico nei motori a benzina aspirati.

Grazie al lavoro fatto sulla compressione dei motori, Mazda è l’unica Casa che non ha dovuto ricorrere al downsizing e alla sovralimentazione dei motori per ottenere risultati del genere, e per il futuro propone un risultato simile con nuovi motori SKYACTIV di prossima generazione.