Con la Rapid Spaceback la Casa cèca entra nel segmento C con una formula innovativa. Questa versione che si va ad affiancare a quella con carrozzeria a 3 volumi, formula non particolarmente apprezzata nel nostro mercato, è una via di mezzo tra una familiare e una berlina a 5 porte. Infatti, rispetto alla Rapid a 4 porte, è più corta di 18 cm e il suo design è più giovane e sportivo.


Dimensioni e bagagliaio

La Skoda Rapid Spaceback quindi non è la versione per chi cerca più spazio ma è quella più accattivante e anche la più compatta. Il passo di 2.602 mm è il medesimo della berlina – quindi lo spazio a bordo non cambia – ma il bagagliaio passa da 590 a 415 litri (1.380 con l’abbattimento dei sedili posteriori).
Interessante la possibilità di avere un grande tetto panoramico in cristallo che si estende dal parabrezza al lunotto.


Versioni al lancio

Per il mercato europeo saranno disponibili sei motorizzazioni tra benzina e gasolio, tra cui l’efficiente 1.6 TDI GreenLine con il quale la Rapid Spaceback fa registrare un consumo nel ciclo combinato di omologazione di 3,8 l/100 km con emissioni di CO2 pari a 99 g/km. La presentazione al prossimo Salone di Francoforte.