Si tiene ad Hannover, Germania, l’evento più importante dedicato ai veicoli commerciali ed industriali. Fiat Professional parteciperà al Salone Internazionale di Hannover 2012 con 10 veicoli commerciali, tra cui il nuovo Doblò Cargo XL e il Doblò Work Up, il primo autocarro leggero fabbricato completamente dal costruttore. Disponibili versioni con doppia alimentazione benzina/metano.
 

Doblò Cargo XL

Il Doblò Cargo XL è la versione più capiente insieme al Doblò Cargo Maxi, con una volumetria di 5 metri cubi. Dotato di sospensioni posteriori bi-link, è in grado di sopportare carichi elevati, con un limite di 1.450 chilogrammi sull’asse posteriore e 1.200 su quello anteriore.
I motori, uno con alimentazione a benzina e tre a gasolio, sono il 1.4 Tjet da 120 cv, il 1.6 Multijet nelle varianti da 90 e 105 cv e il 2.0 Multijet da 135 cv.
 

Doblò Work Up

Fiat lo definisce “il primo light truck del segmento fabbricato interamente dal costruttore…”. Si tratta di un autocarro dalle dimensioni relativamente contenute dotato di un cassone in acciaio ad alta resistenza, e con le stesse sospensioni posteriori bi-link del Doblò Cargo XL che permettono di caricare fino a 1.450 chilogrammi sull’asse posteriore e 1.120 sull’anteriore. Il prezzo, rispetto ad un veicolo delle stesse dimensioni, è più contenuto e permette di risparmiare fino a 7.000 euro.
Tre i motori disponibili sul Doblò Work Up: 1.3 Multijet da 90 cv, 1.6 Multijet da 105 cv e 2.0 Multijet da 135 cv.
 

La gamma a metano Natural Power

Al Salone Internazionale di Hannover 2012 Fiat Professional presenterà quattro veicoli commerciali con doppia alimentazione benzina e metano. Si tratta di veicoli di primo impianto, ovvero con impianto installato in fabbrica e garantito dalla Casa. La gamma a metano è formata dalla Punto Van 1.4 da 70 cv, dal Fiorino 1.4 da 70 cv, dal Doblò Cargo 1.4 TJet da 120 cv e dal Ducato 3.0 da 140 cv.
 

Perché scegliere il metano

Una scelta per tutelare l’ambiente, dato che un motore a carburante ecologico non emette particolato, al contrario di uno a gasolio, e rispetto a quest’ultimo emette il 90% in meno di ossidi di azoto, mentre rispetto a un motore a benzina le emissioni di ossidi di azoto sono inferiori del 50% e gli idrocarburi incombusti del 75%. Ma anche per il risparmio, dato che il metano ha un prezzo medio al kg di 0.979 euro, e per la sicurezza. Il metano infatti è secondo solo al gasolio in quanto a sicurezza in caso di incidente, non tende ad incendiarsi e in caso di fuoriuscita tende ad evaporare.