La gamma della Casa franco-rumena presenterà al Salone di Parigi 2014 le nuove Lodgy Stepway e Dokker Stepway: dopo la Sandero anche le due MPV saranno disponibili nella variante crossover.


Più carattere e altezza da terra maggiore

Sia la Dacia Lodgy che la Dokker Stepway non sono dotate né di trazione integrale né di un differenziale per migliorare la trazione nelle situazioni critiche, ma l’altezza da terra è quella giusta per affrontare sterrati e strade di campagna.
Entrambe le vetture hanno elementi specifici che le differenziano: paraurti in tinta con la carrozzeria, SKI e profili dei fendinebbia in cromo satinato, passaruota neri, barre porta tutto, specchietti retrovisori e cerchi in lega da 16” in tinta dark metal.
Cinque le tinte disponibili per la carrozzeria, tra cui l’esclusivo blu azzurrite (come gli esemplari della fotogallery) dedicato alla gamma Stepway. Il blu lo ritroviamo anche nelle impunture delle sellerie e sui quadranti di bocchette d’areazione e sulle cornici della strumentazione.
La dotazione (di serie o in opzione) comprende il sistema di navigazione multimediale touch screen MEDIA NAV, il climatizzatore, il cruise control, il radar parking posteriore.


Una versione diesel e una a benzina

La motorizzazione turbobenzina TCe 115 viene montata da entrambe le vetture in abbinamento con un cambio manuale a 5 rapporti; il consumo dichiarato è di 5,7 l/100 km per la Lodgy Stepway (5,9 per la versione a 7 posti) e di 5,8 l/100 km per la Dokker Stepway.
La Lodgy Stepway turbodiesel monta il motore dCi 110 (4,4 l/100 km), mentre la Dokker Stepway viene equipaggiata col meno potente dCi 90 (4,5 l/100 km).