Sottoposta ad un restyling che riguarda soprattutto il frontale, la nuova Volkswagen Touareg  viene aggiornata anche sottopelle: debuttano fari bixeno di serie, la funzione di avanzamento per inerzia e, sulle versione V6 TDI, la frenata anticollisione multipla. Il debutto al Salone di Pechino.

I ritocchi estetici migliorano anche l’aerodinamica della vettura, apportando benefici in termini di efficienza. I gruppi ottici sono più grandi e la griglia anteriore si compone di quattro lamelle cromate invece delle due del modello attuale. Dietro cambiano i paraurti, che ospitano i retronebbia a LED e i catadiottri, e viene introdotto un diffusore tra i terminali di scarico.

Novità in fatto di equipaggiamento tecnologico con l’introduzione del sistema di infotainment RNS 850 e con i servizi online mobili legati a Google, che permettono di trovare i punti d’interesse, avere le informazioni sul traffico e accedere alla visualizzazione delle mappe tramite Google Street View, Google Eart Mapping Service.

Tutte le versioni della nuova Volkswagen Touareg montano motori Euro 6 con programma trazione integrale 4Motion e ripartitore di coppia autobloccante Torsen. Di serie è previsto un programma di marcia Offroad che adatta i sistemi di aiuto alla guida in base ai percorsi da affrontare. Tre le motorizzazioni diesel: V6 TDI da 204 CV, V6 TDI da 258 CV (ora 13 in più) e V8 TDI da 340 CV, mentre la Touareg Hybrid raggiunge i 380 CV di potenza e consuma ancora meno grazie alla funzione di disaccoppiamento che, non appena si rilascia il pedale dell’acceleratore, separa il motore dal cambio annullando completamente il freno motore.