Diffuse le foto ufficiali della nuova Renault Clio, utilitaria di successo nata nel 1990 che conta nella sua storia 11,5 milioni di unità vendute. Questa è la quarta generazione, che incarna il nuovo design della Casa francese. E’ dotata di nuovi motori a 3 cilindri, di un nuovo cambio automatico doppia frizione e di altri accessori tecnologici innovativi nel suo segmento.

Il cambio di generazione lo si percepisce al primo colpo d’occhio. Il design della nuova Renault Clio, seguito da Laurens van den Acker, è all’avanguardia ed evoca quello della concept car De Zir, caratterizzato da linee sinuose che esprimono sportività e dinamismo. Per la prima volta la Clio sarà disponibile soltanto nella versione a 5 porte, soluzione che non compromette il design grazie alle maniglie delle portiere posteriori integrate. Le dimensioni (4,06-1,73-1,45) sono vicine a quelle della precedente versione, ma con una massa della vettura inferiore di circa 100 kg.

Gran parte della gamma di motori adottati sulla nuova Renault Clio sono rinnovati. Due le novità con alimentazione a benzina: il propulsore Energy TCe 0,9 litri 3 cilindri turbo da 90 cv, con prestazioni a quelle di un 1.4 aspirato ma con un consumo medio limitato a 4,3 l/100 km, e un 1.2 litri 4 cilindri turbo a iniezione diretta da 120 cv con trasmissione automatica doppia frizione EDC da 6 rapporti.

Lo stesso cambio doppia frizione EDC lo si trova anche sul 1.5 dCi da 90 cv, che nella nuova versione eroga 220 Nm di coppia (20 in più rispetto al modello uscente) disponibili dal regime di 1.750 giri/min. I rapporti del cambio sono stati allungati per ottimizzare i consumi, con un valore medio di 3,2 l/100 km ed emissioni di CO2 pari a 83 g/km. Di serie il sistema Start&Stop e la modalità di guida ECO, attivabile on demand, che modifica le prestazioni della vettura portando ad un risparmio sul carburante del 10%.

Tra le proposte tecnologiche la nuova Clio potrà disporre del sistema Renault R-Link, un tablet touch screen con display da 7” integrato nella plancia con sistema Android. Sarà quindi possibile scaricare tutte le applicazioni appositamente sviluppate, previo abbonamento all’R-Link Store.