La più lussuosa delle berline della Casa di Stoccarda è passata sotto le esperte mani del reparto AMG. La nuova Mercedes Classe S 63 AMG, disponibile sia nella versione a passo corto sia in quella a passo lungo, ha sotto il cofano un V8 biturbo da 5,5 litri con basamento in alluminio montano manualmente – con targhetta identificativa sulla quale è impressa la firma del meccanico che lo ha assemblato – che sviluppa una potenza di 585 CV e una coppia massima di 900 Nm.


Prestazioni ai massimi livelli

Sembra incredibile che il rapporto peso/potenza di una berlina di tali dimensioni possa essere al di sotto dei 4 kg/CV. Eppure, con una massa complessiva che si aggira intorno alle due tonnellate – comunque inferiore di circa 100 chilogrammi rispetto al modello precedente –, la S 63 AMG vanta un rapporto peso/potenza di 3,36 kg/CV (3,41 la versione 4Matic a passo lungo). L’accelerazione non potrebbe che essere bruciante, con uno 0-100 km/h coperto in appena 4 secondi netti dalla versione a trazione integrale 4Matic e in 4,4 da quella a trazione posteriore. La velocità massima è autolimitata elettronicamente e i consumi nel ciclo di omologazione sono sorprendentemente bassi in rapporto alla potenza (di poco superiori ai 10 l/100 km), grazie ad una maggiore efficienza del nuovo motore e alla riduzione del peso ottenuto dall’utilizzo dell’alluminio per buona parte della carrozzeria, del carbonio per la ruota di scorta, di un materiale composito per l’impianto frenante e dall’impiego di una batteria agli ioni di litio leggera (-20 kg rispetto alla batteria tradizionale).


Trazione integrale e assetto costruiti su misura

Nella versione con trazione integrale 4Matic la Classe S 63 AMG ha una ripartizione della coppia spostata prevalentemente sull’asse posteriore (33% e 67%) per garantire un elevato livello del piacere di guida e nello stesso tempo aumentare la sicurezza di marcia, soprattutto in condizioni di bassa aderenza. Inoltre l’aumento di peso, pari a 70 kg rispetto alla versione a trazione posteriore, è particolarmente contenuto.
L’assetto sportivo AMG permette di  scegliere tra le modalità di guida “Comfort” e “Sport” e prevede sospensioni pneumatiche integrali Airmatic con sospensioni adattive ADS PLUS, una campanatura delle ruote anteriori più accentuata e un telaio ausiliario più rigido sul retrotreno. Solo sulla S 63 AMG a trazione posteriore è presente il sistema Magic Body Control in grado di individuare in anticipo le irregolarità del terreno adattando l’assetto alla situazione.