Mercedes-Benz svela le immagini della nuova Classe C, completamente riprogettata e totalmente nuova. Più leggera, più confortevole, dotata di motori più efficienti e con tanti contenuti in più, ha l’obiettivo di fissare nuovi parametri di riferimento nella sua categoria. E osservandone le immagini, la nuova Classe C dà l’impressione di essere di una categoria superiore rispetto al modello uscente.


Tanto confort in più

Lunga 469 cm e larga 181, la nuova Classe C è cresciuta di rispettivamente 9 e 4 cm, col passo aumentato di 8 cm. Questo significa maggiore spazio nell’abitacolo e un bagagliaio più capiente che raggiunge i 480 litri. Ma il confort di bordo è assicurato anche dal’isolamento acustico e dalle sospensioni con quattro bracci all’avantreno e multi-link a cinque bracci al posteriore che prevedono la possibilità di selezionare tre differenti settaggi: assetto Comfort, assetto dinamico Direct Control e assetto sportivo ribassato di 15 mm.
In opzione, per la prima volta nel segmento, sono disponibili le sospensioni pneumatiche Airmatic con regolazione elettronica continua degli ammortizzatori e con cinque settaggi: Comfort, Eco, Sport, Sport + e Individual, con la quale è possibile personalizzare l’assetto in base alle proprie esigenze.
Anche l’impianto di climatizzazione vanta una tecnologia da categoria superiore, che ha debuttato recentemente sull’ammiraglia Classe S, che utilizza il GPS per attivare e disattivare il ricircolo dell’aria in automatico rispettivamente quando si entra e quando si esce dalle gallerie. Disponibile anche il pacchetto con ionizzazione dell’aria e profumazione attiva.


Le versioni della nuova Classe C disponibili al lancio

I motori della nuova Mercedes Classe C sono tutti Euro 6, dotati di funzione Start&Stop di serie e più parchi del 20% rispetto a quelli del modello precedente. Tre le versioni al lancio commerciale: C 220 BlueTec, che monta il 2.1 litri 4 cilindri in linea turbodiesel da 170 CV e 400 Nm (0-100 km/h in 8,1 secondi, consumo medio di appena 4,0 l/100 km); C 180, con motore 1.6 litri turbo benzina da 156 CV e 250 Nm (8,2 secondi, 5,0 l/100 km); C 200, con motore 2.0 litri turbo benzina da 184 CV e 300 Nm (7,5 secondi, 5,3 l/100 km).


Anche ibrida come le sorelle Classe E e Classe S

Dopo il lancio la gamma della nuova Mercedes Classe C si arricchirà di una versione a gasolio da 1.6 litri articolata nelle varianti da 115 e 136 CV, della C 220 BlueTec biturbodiesel con potenza di 204 CV, della C 220 CDI BlueEFFICIENCY Edition da 170 CV e di altre versioni a benzina con tecnologia BlueDIRECT fino a 238 CV di potenza.
Successivamente arriveranno anche una prestigiosa versione con motore a 6 cilindri a benzina da 333 CV e due versioni ibride: la C 300 BlueTEC HYBRID è la versione ibrida diesel spinta dal 2.1 4 cilindri da 204 CV abbinato ad un motore elettrico compatto da 27 CV, per una potenza complessiva di 231 CV e un consumo limitato a 3,9 l/100 km; a seguire arriverà anche la versione ibrida a benzina con tecnologia HYBRID PLUS.


Michael Schumacher ne ha testato i sistemi di assistenza alla guida

Prima del debutto ufficiale della nuova Classe C, Michael Schumacher ne ha testato i sistemi di assistenza alla guida presso il Mercedes Technology Center di Sindelfingen. La nuova berlina del segmento D, infatti, è equipaggiata con i seguenti sistemi “Mercedes-Benz Intelligent Drive” che possono fare la differenza nelle situazioni di pericolo durante la guida:

  • Collision Prevention Assist Plus: tale sistema avvisa il guidatore – prima con una spia poi attraverso un segnale acustico – nel caso in cui ci si avvicini troppo al veicolo che precede, al fine di evitare la collisione. Abbinato al Brake Assist adattivo è in grado di potenziare l’azione frenante e, se il guidatore non frena, di intervenire sullo stesso evitando o comunque mitigando l’impatto.

  • Distronic Plus e Stop & Go Pilot: guidare nel traffico stressa?  Questo sistema di assistenza alla guida gestisce l’auto mantenendo automaticamente la distanza di sicurezza sia durante la marcia sia in caso di ingorghi stradali con frequenti arresti e partenze.

  • Sistema Pre-Safe: frena automaticamente nel caso in cui venga rilevato un ostacolo durante la marcia ed è in grado di evitare collisioni con veicoli o persone fermi fino alla velocità di 50 km/h o di mitigarne le conseguenze fino ai 70 km/h.

  • Brake Assist Plus: oltre a potenziare l’azione frenante in funzione della gravità dell’impatto, è in grado di rilevare il traffico perpendicolare e i pedoni.

  • Blind Spot Assist: segnala la presenza di veicoli nell’angolo cieco e può intervenire sull’impianto frenante per evitare le collisioni laterali.

  • Sistema antisbandamento attivo: avvisa l’involontario passaggio da una corsia all’altra attraverso una vibrazione del volante e corregge la traiettoria dell’auto con un intervento sui freni unilaterale. Il sistema è attivo sia in caso di striscia continua sia in caso di striscia tratteggiata quando la corsia adiacente risulta occupata.


La dichiarazione di Michael Schumacher

“La cosa che maggiormente apprezzo a livello personale è che per avere i sistemi più innovativi non è necessario acquistare una Classe S. Mercedes-Benz sta infatti rendendo la tecnologia accessibile ad un pubblico sempre più vasto in tempi rapidissimi, ad esempio con nuova Classe C o con il COLLISION PREVENTION ASSIST e l’ATTENTION ASSIST di serie già su Classe A. Si tratta di un approccio semplicemente esemplare: la sicurezza deve essere alla portata di tutti”.