Al Salone di Parigi 2014 debutta la nuova Mercedes C 63 AMG, disponibile con carrozzeria berlina e station wagon. Il suo motore V8 biturbo da 4.0 litri non solo è capace di prestazioni incredibili, ma è anche il più efficiente della categoria.


Da 476 a 510 CV

Il motore della C 63 AMG sprigiona 476 CV e 650 Nm, che diventano 510 CV e 700 Nm nel caso della C 63 AMG S; per entrambe la potenza massima è disponibile tra i 5.500 e i 6.250 giri, mentre la coppia è costante tra i 1.750 e i 4.500 giri. La velocità massima è autolimitata elettronicamente a 250 km/h e lo scatto da 0-100 km/h è coperto in 4,1 secondi dalla C 63 AMG e 4,0 dalla versione S, che diventano rispettivamente 4,2 e 4,1 secondi per le rispettive varianti con carrozzeria station wagon.
Il motore è abbinato al cambio sportivo a 7 marce AMG SPEEDSHIFT MCT, completamente rivisto per una reattività ancora superiore.


Differenziale autobloccante: meccanico o elettronico

L’asse anteriore della C 63 è dotato di sospensioni a quattro bracci con attacco dei freni radiale e le sospensioni posteriori multilink con supporti ruota indipendenti presentano una maggiore campanatura negativa. Per migliorare la trazione e la dinamica di marcia è presente un differenziale autobloccante sull’asse posteriore, meccanico per la C 63 AMG ed elettronico per la C 63 AMG S. Entrambi riducono lo slittamento della ruota interna alla curva senza alcun intervento di regolazione dei freni, consentendo di conseguenza al guidatore di accelerare prima in uscita dalle curve. Il vantaggio del bloccaggio elettronico del differenziale sull’asse posteriore di serie sulla C 63 S AMG consiste nella regolazione ancora più sensibile e rapida, che sposta i limiti fisici della guida ancora più in alto.L’ESP, collegato al differenziale autobloccante,può essere regolato su ESP ON, SPORT Handling Mode ed ESP OFF.