La Casa torinese ha annunciato la data in cui verrà svelata la nuova Fiat 500: è il giorno dell’indipendenza degli Stati Uniti, ovvero il 4 luglio. Stessa data di debutto della prima 500 nata dalla matita di Dante Giacosa.

Nel 1957, quindi, nasce la prima Fiat 500, la superutilitaria soprannominata “Cinquino” spinta da un motore bicilindrico da 500cc montato a sbalzo da 13 Cv di potenza. Un’auto che ha rivoluzionato il mercato ed è diventata un cult. Esce di produzione nel 1975.

Nel 1991 Fiat presenta la Cinquecento (il nome, per il modello degli anni Novanta, era scritto in lettere), caratterizzata da linee più squadrate, come usava sulle auto di un tempo. Dal punto di vista estetico, quindi, non aveva nulla in comune con quelle dell’antenata, ma lo spirito era lo stesso: dimensioni compatte e prezzi contenuti.

Nel 2007 arriva la Fiat 500 che oggi invade le strade di tutto il mondo: ne sono state immatricolate oltre 1,5 milioni al mondo. Uno dei sui punti di forza è senz’altro il design, sostanzialmente una reinterpretazione perfettamente riuscita della prima 500. Il 4 luglio, 8 anni dopo, Fiat presenterà la nuova Fiat 500. Al momento non è stata svelata alcuna foto, ma possiamo immaginare che le sue linee non saranno stravolte. Tutt’altro, le modifiche – a nostro parere – saranno poche e volte a migliorare il modello attuale.

Gli interni, probabilmente, saranno dotati di un display touchscreen integrato nella plancia e debutterà il sistema di infotainment UConnect. Difficile, anche in questo caso, trovare grandi cambiamenti, piuttosto ci aspettiamo piccoli cambiamenti volti a migliorarne l’aspetto e la qualità percepita.