BMW presenta la sesta generazione di Serie 7, la massima espressione di tecnologia, comfort, sicurezza e prestigio dell’elica bianco blu. Non si tratta di un restyling, ma di un cambiamento radicale che parte dalla scocca, più leggera di 130 kg grazie all’uso di alluminio e carbonio combinati all’acciaio ad alta resistenza. Scocca denominata, appunto, Carbon Core, che riprende la tecnologia nata dallo sviluppo dell’elettrica i3 e della prima ibrida plug-in della Casa, la i8.


Anche ibrida plug-in

Con l’arrivo della nuova BMW Serie 7, la i8 non sarà più l’unica ibrida plug-in: la 740e, infatti, è equipaggiata da un powertrain formato da un 4 cilindri a benzina e da un motore elettrico, per una potenza complessiva di 326 CV. Sorprendente il valore di consumo ottenuto nel ciclo combinato UE per vetture ibride, di appena 2,1 l/100 km di benzina e 12,5 kWh/100 km. Nella modalità di guida eDrive, a emissioni zero, è possibile percorrere fino a 40 km raggiungendo anche una velocità di 120 km/h.
Oltre alla 740e, la gamma è composta da versioni equipaggiate con motore 3.0 6 cilindri in linea di ultima generazione e 4.4 V8 rivisitato, tutti sovralimentati e disponibili anche con trazione integrale xDrive: tra le prime rientrano la 740i da 326 CV e 450 Nm, e la 730d da 265 CV e 620 Nm; con motore V8 la 750i da 450 CV e 650 Nm.


Nuovo Integral Active Steering

Il sistema Integral Active Steering  è stato ottimizzato e per la prima viene offerto insieme alla stabilizzazione attiva antirollio che agisce tramite delle barre stabilizzatrici ad azionamento elettromeccanico. Attraverso la modalità di guida impostata, la regolazione attiva dell’assetto adatta la taratura degli ammortizzatori alle irregolarità del fondo stradale. E con la modalità Adaptive il setup viene regolato in maniera adattiva in base allo stile di guida momentaneo e all’andamento della strada.


Comandi gestuali

Sulla nuova BMW Serie 7 il monitor di bordo del sistema di comando iDrive è realizzato come Touch Display e per la prima volta è disponibile il comando a gesti. I movimenti della mano rilevati da un sensore 3D, quindi, gestiscono le funzioni d’infotainment: è possibile, ad esempio, regolare il volume del programma audio e di accettare o rifiutare chiamate in entrata semplicemente dei gesti, ed è anche possibile collegare un determinato gesto ad una specifica funzione. Un’altra novità è la sede dello smartphone, integrata nella consolle centrale, che consente, per la prima volta in un’automobile, la ricarica induttiva (senza cavo).


Si parcheggia col telecomando e guida quasi da sola

La nuova BMW Serie 7 è la prima automobile di serie del mondo in grado di eseguire autonomamente le manovre necessarie per entrare e uscire da un parcheggio o un garage: il suo proprietario, infatti, può parcheggiare la vettura attraverso il telecomando.
Grazie al sistema Driving Assistant Plus, che comprende l’Active Cruise Control con funzione Stop & Go, l’avvertimento di traffico trasversale anteriore, l’assistente di sterzo e di guida in corsia con assistente di guida in colonna e il Lane Change Warning con protezione attiva contro le collisioni laterali, la nuova BMW Serie 7 è in grado di muoversi da sola: attraverso degli interventi sullo sterzo, i sistemi assistono il guidatore fino alla velocità di 210 km/h a mantenere il centro della corsia e ad evitare un abbandono involontario della propria carreggiata. L’assistente di sterzo e di guida in corsia sono utilizzabili su strade di qualsiasi tipo, indipendentemente dall’Active Cruise Control.


Come in prima classe

Nella consolle della zona posteriore della Executive Lounge sono stati inseriti un tavolino apribile, porta bicchieri e Touch Command. Il tablet estraibile da 7 pollici consente di gestire dalla zona posteriore le funzioni d’infotainment e di comfort disponibili nella nuova BMW Serie 7.