La nuova BMW M6 è l’auto della divisione M più costosa e raffinata della Casa bavarese, in listino a un prezzo di 131.700 euro. Le dimensioni generose e l’accuratezza con cui sono stati realizzati gli interni ne fanno una fantastica granturismo, e grazie al potentissimo 4.4 TwinPower Turbo da 560 cv a 7.000 giri/min è capace di prestazioni mozzafiato.

Un motore dotato di una poderosa coppia di 680 Nm disponibili già al regime di 1.500 giri/min, lo stesso regime a cui la più potente versione a gasolio 640d esprime i suoi 630 Nm, ma capace di allungare fino a 7.200 giri/min. La potenza viene trasmessa alle ruote posteriori da un nuovo cambio a doppia frizione a 7 rapporti con Drivelogic, che ha un peso specifico simile a quello di un tradizionale cambio manuale, e offre tre programmi di cambiata sia nella modalità automatica D sia in quella manuale S. Sulla nuova BMW M6 è inoltre disponibile la funzione Launch Control per ottenere la massima accelerazione da fermo.
 


L’elevata trazione è garantita dal differenziale attivo M che ripartisce la potenza sulle ruote posteriori in modo variabile tra la ruota destra e quella sinistra a seconda della situazione momentanea, con correzioni nell’ordine di frazioni di secondi. Oltre alla presenza di una frizione a lamelle a controllo elettronico la centralina provvede anche a richiamare DSC (Dynamic Stability Control) che, in caso di un’eventuale perdita di trazione di una delle due ruote posteriori, interviene frenando la ruota per mantenere la stabilità della vettura.

La velocità massima della nuova M6 con l’M driver Package è di 305 km/h, altrimenti autolimitata a 250 km/h, l’accelerazione da 0-100 km/h viene coperta in 4,2 secondi e quella da 0-200 in 12,6.