La nuova BMW M2 Coupé è la naturale discendente della BMW Serie1 M: trazione posteriore, tanta cavalleria, muscoli ovunque e, soprattutto, grande piacere di guida.
L’auto sembra una BMW Serie2 sotto effetto di steroidi: prese d’aria enormi, passaruota enormi, carreggiata allargata e cerchi in alluminio da 19 pollici. Il tutto condito da targhette “M”, giusto per ricordare che si tratta di una versione davvero speciale.


SPORTIVA, MA DI CLASSE

La nuova BMW M2 Coupé è una M fino a midollo e si vede appena si apre la portiera. Gli interni sono ricoperti di pelle e Alcantara ovunque: volante, sedile, plancia; mentre le cuciture blu in contrasto donano un’aria ancora più racing.
La M2 è una sportiva utilizzabile tutti i giorni, ma non disdegna l’impiego in pista, anzi. La tecnologia della nuova BMW M2 Coupé è la migliore di Casa BMW: asse anteriore e posteriore in alluminio, cerchi da 19 pollici fucinati in lega leggera, sterzo servtronic M, differenziale attivo “M” e M Dynamic Mode.
Non mancano servizi BMW ConnectedDrive per l’assistenza dei guidatori e per sfruttare a meglio la propria vettura in pista. Infatti sulla nuova BMW M2 si possono utilizzare delle App per controllare la GoPro e i giri lanciati in pista, condividibili poi direttamente tramite Facebook.


UN CUORE DA 370 CV

La BMW M2 Coupé è una M al 100%, e come tutte le M il motore dev’essere all’altezza. Il propulsore è un sei cilindri in linea 3.000 cc biturbo completamente nuovo, eroga la bellezza di 370 CV (30 in più rispetto alla BMW 1M) e 465 Nm di coppia massima - che diventano 500 per un breve periodo di tempo grazie all’overboost.
La BMW M2 Coupé è disponibile sia con il cambio manuale sia con il doppia frizione a sette marce M DKG, quest’ultimo permette all’auto di scattare da 0 a 100 km/h in 4,3 secondi e di raggiungere i 250 km/h (limitati elettronicamente) e di percorrere 100 km con 7,9 l di carburante a fronte di emissioni pari a 185 g/km.