Con l'inizio di settembre iniziano ad intravedersi le novità auto del 2011, le anteprime e i nuovi modelli che andranno a sostituire quelli presenti sul mercato da diversi anni o semplicemente novità non ancora presenti sul listino.nuova panda 2011
La principale novità del 2011, ovvero l’auto che probabilmente avrà il maggior successo commerciale, è la nuova Fiat Panda che va a sostituire il fortunato modello in listino dal 2003.
Il nuovo modello mantiene le forme di una piccola monovolume, infatti il pianale è lo stesso, in comune con Fiat 500 e Ford Ka. 
I gruppi ottici anteriori diventano arrotondati, simili a quelli della Fiat 500, sostituendo quelli squadrati usati fin dal primo modello della Panda che uscì nel 1980.

Un’altra auto best sellers che si rinnova completamente è la Ford Focus, che riprende le moderne linee arrotondate della più piccola Ford Fiesta.
La nuova Ford Focus 2011 debutterà in anteprima nella versione a 5 porte mentre la versione station wagon e quella monovolume (Focus C-Max) usciranno successivamente.
Una novità importante della nuova Focus è il motore Eco-Boost: un turbo benzina ad alto rendimento disponibile con le cilindrate di 1.3 e 1.6, quest'ultima con diverse potenze che potrebbero essere una valida alternativa al turbodiesel (Volkswagen  e Fiat sono state le prime ad arrivarci, rispettivamente con il TSI ed il T-jet).
Nella versione turbodiesel vengono invece confermati il 1.6, che passa da 90 cv a 100 cv, ed il 2.0 che passa da 143 cv a 163 cv. 

Nel settore dei SUV l'auto novità 2011 è la Range Rover Evoque. Presentata in anteprima nel 2008 come concept car denominata LRX, ha una linea futuristica che si discosta molto dalla tradizione del marchio caratterizzato da tratti spigolosi, pur mantenendone lo stile e l'eleganza che lo contraddistingue.range rover evoque 2011
Le novità non sono solo estetiche: per la prima volta un SUV Land Rover sarà disponibile anche con la sola trazione anteriore, modello più adeguato per chi non percorre terreni impervi grazie a costi e consumi inferiori (si parla addirittura di una percorrenza media di 20 km/l della versione turbodiesel dotata del sistema Start & Stop).
Oltre alle versioni a benzina e gasolio, la Range Rover Evoque sarà prodotta anche  ibrida.
 
Anche Audi presenta una novità anticonvenzionale per il 2011: la A7 Sportback, una lussuosa berlina-coupè a 5 porte che si posiziona tra la A6 e la A8 e che ricorda tanto la vecchia Audi 100 serie C3 degli anni '80.
La A7 Sportback 2011 si inserisce in un segmento poco battuto dalle case automobilistiche, ed andrà a competere con la Mercedes CLS, presente sul mercato da tempo, e dalla più sportiva e costosa Porsche Panamera.
Il prezzo partirà da circa 60.000 euro ed i motori disponibili al lancio dell'auto saranno un 3.0 TSI da 300 cv, già utilizzato in casa Audi ma più potente, ed un 3.0 turbodiesel da 245 cv.
 
Per gli amanti delle supercar sono in arrivo nel 2011 due auto da sogno completamente nuove.
La prima novità è l'erede della Lamborghini Murcielago, si chiama Lamborghini Jota e sarà la nuova top di gamma della casa di Sant'Agata Bolognese.
Il motore, come da tradizione Lamborghini sulla “grande di famiglia”, sarà il 12 v di cilindrata 6.5 ed una potenza di circa 690 cv e la trazione integrale.
Le prestazioni sono pazzesche: velocità massima di 370 km/h e 0-100 in circa 3 secondi.
La linea spigolosa non si discosta molto da quella della Murcielago, mantenendo anche la caratteristica del muso corto ed un posteriore, dove è alloggiato il motore, davvero lungo, mentre il peso dovrebbe confermarsi intorno ai 1.500 kg grazie all'uso profuso di alluminio (la Murcielago pesa più di 1.850 kg).

L'altra novità 2011 in fatto di sportive è la Porsche 918 Spyder, erede della Carrera GT, conosciuta dagli appassionati Porsche come la più estrema, prestazionale e costosa Porsche mai prodotta (purtroppo in edizione limitata).
La ricetta è la stessa: motore centrale, peso limitato al massimo (inferiore ai 1.500 kg) e soluzioni tecniche raffinate. Ma stavolta a sorpresa non c'è solo un motore che concorre a sviluppare la potenza: è il quadrinomio di un 8 v  3.4da 500 cv e tre motori elettrici che forniscono una coppia entusiasmante a bassi regimi ed aggiungono altri 200 cv.
Il cambio stavolta sarà un PDK a 7 marce e non più il manuale della Carrera GT e la trazione integrale per il massimo controllo.
Il dato che più stupisce rimane quello del consumo, infatti la Porsche 918 Spyder è capace di percorrere 33,3 km/l (per una guida che non si addice ad un auto del genere !!) grazie all'ausilio delle batterie al litio, che potranno essere ricaricate dalla rete elettrica, ma anche durante la frenata grazie al recupero dell'energia.
La velocità dovrebbe confermarsi intorno ai 320 km/h, 0-100 in circa 3 secondi, e percorrenza del Nurburgring in meno di sette minuti e mezzo.
Porsche dovrebbe produrre un numero limitato di 918 ad un prezzo che si dovrebbe aggirare al mezzo milione di euro...anche stavolta per pochi fortunati!