La Gripz Concept si ispira alla leggendaria sportiva 240 Z, una delle auto che ha fatto la storia del marchio e che ha ispirato le successive generazioni di sportive Nissan, come la 350Z e la 370Z.

Il suo design estremo e a metà tra un SUV e una coupè sportiva nasconde sotto il cofano un innovativo sistema di propulsione ibrido.

Infatti la vettura è stata pensata proprio per chi non vuole rinunciare alla praticità di un crossover spazioso, ma allo stesso tempo non disdegna la guida sportiva in una strada ricca di curve.


Motore

Il propulsore ibrido di nuova generazione è denominato Series Hybrid EV, ed è basato sulle tecnologie dei veicoli elettrici (EV). Nissan assicura che la Gripz Concept permette una guida paragonabile a quella di una Leaf: morbida, raffinata e silenziosa, in grado di risparmiare una notevole quantità di carburante ma allo stesso tempo in grado di fornire grandi prestazioni.


Design

Il design della vettura rivela alcune caratteristiche della “geometria emozionale” di Nissan, e presenta alcun dettagli che ritroveremo nei futuri modelli della Casa. La concept è caratterizzata da una griglia V-motion, luci anteriori e posteriori a forma di boomerang, tetto scorrevole e un montante a C discendente.

L’estetica è caratterizzata da elementi in carbonio a vista, le due porte anteriori si aprono verso l’esterno e scorrono verso l’alto, mentre le due semi-porte posteriori sono incernierate posteriormente, in modo da facilitare l’accesso all’interno dell’abitacolo.

I cerchi in lega da 22” a tre razze si ispirano alle biciclette, leggeri e robusti allo stesso tempo.
 

Ispirato al mondo del ciclismo

Anche gli interni si ispirano al mondo del ciclismo, proponendo porte dalla forma che ricorda la sella delle bici da corsa, un volante a tre razze che richiama il design dei cerchi e infine una grafica speciale presente sul lato degli pneumatici.

Shiro Nakamura, capo dell'ufficio creativo alla Nissan, durante la conferenza stampa ha dichiarato: ”Quale sarà l’influenza di questo progetto sulla prossima generazione di crossover Nissan è ancora da vedere, anche se siamo curiosi di capire la reazione del pubblico del Salone di Francoforte”.