Mercedes presenta la variante più estrema della nuova CLS Shooting Brake, ovvero la 63 AMG. Si tratta di una station wagon coupé dotata di un 5.5 litri V8 biturbo proposto in due varianti di potenza: 525 cv e 700 Nm oppure 557 cv e 800 Nm. All’esterno la CLS Shooting Brake 63 AMG si differenzia dagli altri modelli per il kit aerodinamico AMG, che include dai passaruota maggiorati, estrattore posteriore, terminali di scarico cromati, prese d’aria anteriori e finiture cromate.

La velocità massima della Mercedes CLS Shooting Brake 63 AMG è autolimitata a 250 km/h, lo scatto da 0-100 km/h è coperto in 4,4 secondi dalla versione da 525 cv e da 4,3 secondi in quella da 557 cv, mentre il consumo medio dichiarato è il medesimo per entrambe e si attesta a 10,1 l/100 km.

Il potente 5.5 V8 della CLS Shooting Brake 63 AMG è abbinato alla trasmissione automatica a 7 rapporti AMG Speedshift MCT, che offre quattro differenti modalità di guida: Controlled Efficiency, con sistema Start&Stop che aiuta a ridurre i consumi e le emissioni, Sport, Sport+ e Manual, che permette di cambiare manualmente attraverso le palette poste dietro al volante.

La potenza è scaricata a terra dalle ruote posteriori da 19”, gommate 285/30, mentre all’anteriore vengono montate le 255/35 sempre su cerchi da 19”. La frenata è garantita da dischi ventilati da 360 mm (in opzione in carboceramica) e il sistema AMG Ride Control permette la regolazione delle sospensioni in tre modalità.

Grande la capacità del bagagliaio, di 590 litri nella configurazione standard e 1.550 ottenibili con l’abbattimento dei sedili posteriori, che può essere rivestito in ciliegio naturale.