Vediamo quali sono le auto più economiche del 2013, verificando tra marche e modelli presenti sul listino aggiornato a gennaio e facendo una distinzione tra le auto più economiche in assoluto e le più economiche per categoria, in modo da rendere più facile l’acquisto di un’auto nuova quando l’obiettivo primario è il risparmio. L’acquisto di un’auto nuova infatti, rispetto all’usato, permette di dormire sonni tranquilli, e a lungo termine può rivelarsi il miglior modo per risparmiare.
 

L’auto più economica del 2013 in assoluto

Tra le auto più economiche del 2013 spicca nel listino la Dacia Sandero. Da poco rinnovata, è un’auto a 5 porte del segmento B che costa meno di qualunque altra vettura sul mercato, con prezzi a partire da 7.350 euro. La linea è piacevole e la sostanza c’è, mentre gli interni sono visibilmente low cost. Dotata di un 1.2 da 75 cv, raggiunge i 161 km/h, accelera da 0-100 km/h in 13,6 secondi e percorre mediamente 16,9 km/l. Dotata, nell’allestimento entry level, di una dotazione a dir poco essenziale, rimane tra le auto più economiche anche nell’allestimento Story dove, includendo tra gli optional l’autoradio ed il climatizzatore, arriva a costare soltanto 9.150 euro.
 

Le auto del segmento A più economiche del 2013

Fatta eccezione per la Dacia Sandero, sono le citycar del segmento A le auto più economiche del 2013, di cui troviamo una lunga lista di modelli comparabili fra loro a prezzi che partono da meno di 8.000 euro. La più economica fra tutte le citycar è la Suzuki Alto, che con un prezzo di 7.965 euro offre 5 porte e il climatizzatore di serie. Subito dopo, nella lista delle auto più economiche, troviamo la DR1, in listino a 7.980 euro. Si tratta di una citycar realizzata in Cina e assemblata a Isernia che offre di serie climatizzatore, autoradio, cerchi in lega, sensori di parcheggio e vernice metallizzata. Considerata la ricca dotazione di serie, in sovrapprezzo sulle altre, potrebbe essere considerata lei l’auto più economica del 2013. La terza citycar della lista è la Nissan Pixo, al 4° posto assoluto, che al prezzo di 8.300 euro offre una dotazione basica, da integrare almeno con il climatizzatore offerto a caro prezzo (1.000 euro), mentre al 5° posto troviamo la Hyundai i10 da 8.850 euro, anche lei, nella versione entry level, molto poco accessoriata.
 

Dacia Logan MCV, la station wagon più economica

Quando si parla di auto economiche il marchio russo del gruppo Renault è sempre presente con i suoi modelli. Dopo la Hyundai i10 infatti, al 6° posto assoluto tra le auto più economiche del 2013, si posiziona la Dacia Logan MCV, in listino con prezzi a partire da 8.950 euro. Una station wagon economica ma dalle dimensioni generose (447-174-164), disponibile anche nella variante a 7 posti, dotata di un motore 1.6 litri da 86 cv. Scarna nell’allestimento entry level, resta un’auto economica anche nell’allestimento Story con un prezzo, con climatizzatore e autoradio tra gli optional inclusi, di 11.650 euro. Per la stessa versione a gpl è necessario aggiungere 1.000 euro al budget, mentre per quella a gasolio 1.500 euro.


Anche i SUV tra le auto economiche

Per chi desidera togliersi lo sfizio di possedere un SUV, per godere dello spazio supplementare che sono in grado di offrire e soprattutto dell’abitacolo posizionato più in alto, sono presenti dei modelli che rientrano tra le auto più economiche del 2013. Due modelli in particolar modo hanno prezzi di listino molto bassi: la Dacia Duster e la DR5. La Dacia Duster è la più economica fra le due, con un prezzo che parte da 11.900 euro nella versione 1.6 litri da 110 cv con trazione anteriore, e da 14.800 euro per la versione 4x4. Discorso che vale anche per la DR5, che parte da 13.880 euro per la versione 1.6 litri da 118 cv e trazione anteriore e sale a 16.880 euro per la versione 2.0 da 139 cv 4x4. Con dimensioni inferiori e prezzi più elevati rispetto alla Duster, la DR5 offre però di serie climatizzatore, autoradio, cerchi in lega, sensori di parcheggio e vernice metallizzata, tutti accessori in sovrapprezzo per la Duster che, a parità di dotazione, risulterebbe più cara.
 

Auto economiche, ecco la classifica

Riassumendo le auto più economiche del 2013, a prescindere da dimensioni e dotazione, sono: al 1° posto la Dacia Sandero da 7.350 euro, al 2° posto la Suzuki Alto da 7.965 euro, al 3° la DR1 da 7.980 euro, al 4° la Nissan Pixo da 8.300 euro, al 5° la Hyundai i10 e al 6° la Dacia Logan MCV da 8.950 euro.
Continuando, al 7° posto troviamo la DR2, compatta a 5 porte ben accessoriata del segmento B in listino a 8.980 euro, all' 8° posto la Fiat Panda Classic da 9.050 euro, collaudata e funzionale versione basata sulla seconda serie in commercio dal 2003, al 9° posto la Skoda Citigo da 9.090 euro, nuovissima citycar del gruppo Volkswagen gemella di Seat Mii e Volkswagen Up!, rispetto alle quali è più economica, al 10° la nuova Chevrolet Spark da 9.175 euro, all’11° l’indiana Tata Vista da 9.190 euro, al 12° la Seat Mii da 9.300 euro, al 13° la Citroen C1 da 9.450 euro, al 14° la Ford Ka da 9.500 euro e al 15° la Peugeot 107 da 9.750 euro.
 

La scelta

Il consiglio per risparmiare durante l’acquisto è quello di verificare, nella rete vendita dei marchi delle auto più economiche, il prezzo dell’auto che vi interessa. Infatti la Casa potrebbe prevedere sconti, promozioni e finanziamenti a tassi interessanti, senza contare che ogni concessionario potrebbe avere a disposizione modelli in pronta consegna a prezzi più vantaggiosi di quelli effettivi di listino, oltre che farvi una valutazione più generosa della vostra vecchia auto. Infine, da tenere sempre in considerazione nella scelta tra le auto economiche, la dotazione prevista inclusa nel prezzo.