“Drive Wise”, così si chiama il brand di Kia dedicato allo studio dei sistemi di guida autonoma ADAS (Advanced Driver Assistance Systems).
Il progetto porterà entro il 2020 le prime vetture con caratteristiche di guida parzialmente autonoma per poi dare alla luce le prive vetture con guida totalmente autonoma nel 2030.
Questo nuovo programma ha come primo obbiettivo la sicurezza per tutti gli automobilisti in modo da ridurre al minimo i rischi della circolazione, migliorando il collegamento tra auto e veicolo ulteriormente.
Kia ha svelato durante il Salone di Ginevra 2016 i progressi della guida autonoma, sia quelli sui modelli di produzione, sia quelli che vedremo nei prossimi quindici anni. Il Senior Vice President dell'Istituto Centrale di Progettazione e Ricerche Avanzate di Hyundai Motor Group, Tae-Won Lim, ha dichiarato: "Kia ha impostato un programma graduale e ambizioso per la progressiva introduzione di sistemi di guida assistita e autonoma. Anche se la commercializzazione di veicoli a guida completamente autonoma è ancora lontana, il nostro lavoro di ricerca e sviluppo del programma DRIVE WISE ha dato importanti contributi alla sicurezza di guida. Le innovazioni proposte in questa occasione mostrano la direzione nella quale ci stiamo muovendo”.



I SISTEMI DI SICUREZZA

Drive Wise ha presentato le future tecnologie che vedremo applicate alle vetture, tra cui: guida autonoma in colonna, i nuovi sistemi di parcheggio, guida autonoma in autostrada, guida autonoma in città e frenata automatica.

Tra le nuove tecnologie di KIA figurano: l’Highway Autonomous Driving, sistema che legge le indicazioni sulla superficie stradale e gestisce la marcia in corsia oppure il soprasso di un’altra auto in completa autonomia; il PVF (Preceding Vehicle Following) un sistema che monitora il veicolo che precede e di conseguenza adatta la traiettoria delle vettura senza indicazioni; l’ESS (Emergency Stop System) ovvero un sistema in grado di analizzare il volto del conducente valutandone stanchezza e attenzione arrestando il veicolo in caso di necessità; il TJA (Traffic Jam Assist) che controlla il veicolo che vi precede nel traffico mantenendo la distanza di sicurezza e percorrendo la coda in totale autonomia; e infine l’AVP (Autonomous Valet Parking), un sistema che vi permette parcheggiare l’auto tramite un comando a distanza, senza la necessità di essere a bordo.


INTERFACCIA UOMO-MACCHINA

Kia pensa anche ad una futura evoluzione dell’HMI, ovvero l’interfaccia uomo-macchina che sviluppa il concetto di "comandi invisibili" grazie ad un touchpad sensibile alle impronte digitali e ai gesti della mano.
Questo sistema riconoscerebbe l’impronta digitale o lo smartwatch, adattando l'auto alle preferenze dell’utente: musica, clima e quant’altro.
Kia prevede la produzione dei primi veicoli con guida autonoma entro 15 anni.