La prima ad uscire dal nuovo stabilimento produttivo Infiniti di Xiangyang Plant, provincia di Hubei, sarà la Q50L, versione a passo lungo della berlina medio-grande che soddisfa le esigenze dei consumatori cinesi. Si tratta di un passo importante per il lussuoso marchio giapponese, che punta a competere nel segmento premium cinese. 

Il marchio ha come obiettivo di vendita in Cina 100.000 veicoli entro il 2018, oltre la metà dei quali saranno modelli prodotti localmente. Nei primi tre trimestri del 2014, Infiniti è stato il  brand automobilistica premium  con la più veloce crescita in Cina con un incremento del 91% anno su anno per un totale di 20.800 vetture vendute.

La Cina diventa quindi il terzo Paese al mondo per la produzione delle vetture del Marchio, oltre a Giappone e Stati Uniti. L’impianto di Xiangyang Plant ha una capacità produttiva di 250.000 veicoli all’anno, di cui 60.000 dedicati a Infiniti. Oltre alla Infiniti Q50L verrà prodotta in futuro la QX50 versione a passo lungo per il mercato locale al Xiangyang Plant.

"Oggi siamo qui per assistere ad un fondamentale  passo in avanti di Infiniti in Cina. Continuiamo a espandere il nostro business in Cina e sviluppare Infiniti come un marchio premium assolutamente globale ", dichiara il dottor Daniel Kirchert, presidente di Dongfeng Infiniti Motor Co., Ltd e Amministratore Delegato di Infiniti Cina. "La produzione locale dimostra l'impegno di Infiniti a lungo termine per il mercato cinese. Porteremo i rinomati standard di qualità globali di Infiniti e la sua esperienza premium ancora più vicino ai consumatori cinesi. "