Gli incentivi auto per l’anno 2017 sono dedicati ai professionisti, che possono approfittare delle agevolazioni fiscali del super ammortamento. 

Dedicato esclusivamente alle aziende, il super ammortamento consente di dedurre una quota di ammortamento superiore rispetto al valore del bene. L’aliquota del super ammortamento per l’acquisto di auto e autocarri, nel 2017, passa dal 140 al 120%.

Non sono previsti, invece, incentivi auto per i privati. Neppure per quanto riguarda l’acquisto di auto a GPL, auto a metano, auto ibride o auto elettriche.


INCENTIVI AUTO 2017: IL SUPER AMMORTAMENTO

Gli incentivi del Governo 2017 per l’acquisto di auto nuove, dunque, sono rivolti esclusivamente alle aziende. Il super ammortamento si applica anche su ciclomotori e motocicli aziendali, non solo su auto e autocarri. 

In base alla tipologia di veicolo cambia il limite di deducibilità, che è di 2.065 euro per i ciclomotori, 4.131 per i motocicli, 18.076 per le auto e gli autocaravan, 25.823 euro per le auto degli agenti e dei rappresentanti di commercio.

Gli incentivi fiscali ottenuti con il super ammortamento saranno validi fino al 31 dicembre 2017 anche sull’acquisto di veicoli km 0 e sulle auto acquistate in leasing, ma in caso di leasing la deducibilità superiore (per le auto, lo ricordiamo, del 20%) è da calcolare sulla quota capitale, e non sull'intero canone.
 

INCENTIVI AUTO GPL E METANO

Come anticipato, non sono state previste agevolazioni del Governo per incentivare l’acquisto di auto nuove. Così come non sono previsti incentivi per l’acquisto di auto a GPL o metano. Né, dunque, per la trasformazione a GPL e metano di auto a benzina.

In alcune regioni le auto a GPL e metano hanno delle agevolazioni sulla tassa di possesso e possono circolare anche con i blocchi del traffico. Attenzione però: dal 13 febbraio 2017 anche le auto bi-fuel, GPL o metano che siano, sono soggette al pagamento per l’ingresso nell’area C di Milano.


INCENTIVI AUTO ELETTRICHE E IBRIDE

Neppure per l'acquisto auto ibride ed elettriche sono stati stanziati degli incentivi statali

Un incentivo all’acquisto delle auto elettriche, per quanto esiguo, c'è, ed è rappresentato dall’esenzione del pagamento della tassa di possesso. Le auto ibride, invece, pagano il bollo in misura ridotta, ovvero solo per la parte di potenza prodotta dal motore endotermico. I CV di potenza espressi dal motore elettrico sono quindi “gratuiti”. Almeno dal punto di vista fiscale.

Sia le auto ibride sia quelle elettriche avranno accesso gratuito per tutto il 2017 nell’area C di Milano.