Il cruise control adattivo intelligente di Honda, che debutta nel corso del 2015 sulla CR-V Executive, è il risultato di un progetto di Ricerca e Sviluppo seguito da un team di Honda in Europa e Giappone ideato per le strade e i guidatori europei che si basa su ricerche condotte in situazioni reali che analizzano i comportamenti di guida. Vediamo come funziona.

Si chiama i-ACC il controllo adattivo della velocità di crociera intelligente sviluppato da Honda, ed è in grado di prevedere e reagire ad un eventuale invasione di corsia da parte di altri veicoli. Il sistema fa uso di una telecamera e un radar a medio raggio al fine di rilevare la posizione degli altri veicoli che circolano su strada e applica un algoritmo per calcolare le probabilità che questi veicoli taglino la strada. Se il sistema, in base a questo algoritmo, rileva il pericolo, applica una frenata per evitare la collisione. A differenza di un altro cruise control adattivo, quindi, non solo mantiene la distanza di sicurezza dal veicolo che precede, ma applica una forza frenante più intensa nel caso venga tagliata la strada inaspettatamente.

Il nuovo i-ACC riconosce il lato della strada in cui si trova il veicolo equipaggiato e rileva automaticamente quale fra i veicoli vicini costituisce il rischio maggiore a cui è necessario prestare attenzione. E’ in grado di rilevare la probabilità che un veicolo tagli la strada fino a 5 secondi prima che accada, pertanto l’intervento sui freni sarà efficace ma non tanto brusco da spaventare il guidatore, che magari non si è accorto di niente. In ogni caso sul display della strumentazione appare un’icona che avvisa il conducente della causa del rallentamento.

Dr. Schmuedderich, responsabile del sistema i-ACC presso Honda Research Institute Europe GmbH commenta: “i-ACC è un'innovazione significativa e un notevole passo avanti verso una nuova generazione di sistemi di assistenza alla guida che prevedono il comportamento di altri veicoli nel traffico”.