Le auto giapponesi, nonostante l’indiscussa qualità che le contraddistinguono, non sono mai state delle vere minacce per le marche europee che detengono praticamente in ogni settore la leadership di mercato.toyota auris giapponese
Il problema delle auto giapponesi potrebbe essere dato dall’estetica, meno curata e ammiccante rispetto alle concorrenti europee, e sappiamo quanto contino soprattutto in Italia l’estetica e l’immagine.
La Toyota Corolla ad esempio è l’auto più venduta al mondo con circa 35 milioni di unità commercializzate dal momento del lancio avvenuto nel 1966, eppure in Italia è meno venduta delle sue dirette rivali, tanto da essere stata recentemente rimpiazzata dalla Toyota Auris.
Quest’ultima, proprio come la Corolla, non sta avendo un gran successo di mercato pur essendo un’auto complessivamente valida: ha prezzi concorrenziali che partono da 15.250€ per la versione 1.3 benzina da 99 cv (175km/h, 13,1 da 0-100, 17,2 km/l) e 16.850€ per il 1.4 turbodiesel da 16.850€ (175 km/h, 11,9 da 0-100, 20,8 km/l); è confortevole, parsimoniosa nei consumi anche nelle versioni a benzina ma l’estetica è anonima.

Ma se cerchiamo con attenzione tra le diverse marche di auto giapponesi, troviamo alcuni modelli che dovrebbero essere un punto di riferimento anche per i concorrenti.
Cominciamo con la Toyota IQ, l’anti-Smart giapponese con 4 posti, o meglio 3+1, in pochissimo spazio. Infatti, come la Smart, è più corta di 3 metri (precisamente 299 cm di lunghezza, 168 cm di larghezza e 150 cm di altezza) ma riesce a contenere due file di sedili, anche se il quarto posto è considerato di fortuna: è quello dietro il conducente, che per far spazio al passeggero dietro di lui deve tirare avanti il sedile verso il volante.auto giapponesi in italia
I 3 posti comunque sono davvero effettivi, grazie ad una configurazione del cruscotto asimmetrica che lascia più spazio al passeggero che sta alla destra del conducente. E’ una soluzione che solo la Toyota IQ ha adottato, il che la rende la miglior city car sul mercato.
I prezzi a partire da 11.800€ non sono tra i più bassi, ma questa auto giapponese ha tutte le caratteristiche per diventare una city car alla moda proprio come la Smart, oltretutto con prestazioni che permettono di utilizzarla anche fuoriporta:  150 km/h, 14,7 da 0-100 e ben 23,3 km/l per la 1.0 da 11.800€; 170 km/h, 13,4 da 0-100 e 20,8 km/l per la versione 1.3 da 15.600€. 

Altre due auto giapponesi sono uniche nel loro genere: la Subaru Impreza e la Mitsubishi Lancer. Due berline pompate sia nell’estetica che nel motore con prestazioni da urlo, che sono in grado di mettere in difficoltà sportive di alto livello quando l’aderenza non è delle migliori. Sono due icone del Rally, dotate di un motore turbo molto spinto e di trazione integrale.

La Subaru costa 47.030€, ha un 2.5 turbo con 4 cilindri boxer (contrapposti) da 300 cv che le donano un rumore particolare ben conosciuto dagli appassionati.
Le prestazioni sono il punto forte dell’auto: velocità massima 250 km/h, un’accelerazione da 0-100 in soli 5,2 secondi e una trazione su ogni tipo di fondo incredibile.
Il consumo dichiarato di 9,7 km/l è possibile solo andando piano, ma con questa auto la tentazione è troppo forte ed è facile avere percorrenze nell’ordine dei 5-6 km/l.

La sua diretta rivale, la Mitsubishi Lancer, ha un 2.0 turbo da 295 cv, quindi solo 5 in meno della Impreza, la velocità è di 240 km/h e lo 0-100 avviene in 5,4 secondi. Anche in questo caso il consumo dichiarato di 9,8 km/l è molto difficile da mantenere vista l’indole “corsaiola” dell’auto.
Come l’Impreza è dotata di trazione integrale permanente che garantisce una tenuta di strada eccezionale anche su fondi sdrucciolevoli. Il prezzo di 46.650€ è elevato, ma queste due marche di auto giapponesi hanno dei contenuti tecnici di alto livello e costituiscono un’esperienza di guida esaltante.

La Nissan GT-R, sul mercato dal 2009, è un ulteriore esempio della qualità delle auto giapponesi: un’auto che ha battuto la Porsche 911 Turbo al circuito del Nurburgring, ad un prezzo che è quasi della metà: 84.350€ contro i 140.590€ della 911.
La Nissan GT-R è una super sportiva facile da guidare, grazie ad un telaio fenomenale, la trazione integrale ed un elettronica ai massimi livelli.
E’ una tra le più veloci auto prodotte in serie al mondo e incredibilmente è pure comoda. Le prestazioni sono incredibili: 314 km/h e 0-100 in 3,4 secondi, ma alla portata di tutti, anche di chi non ha mai pilotato una sportiva. 

Tra le auto giapponesi quindi ci sono delle “chicche” davvero interessanti, come la city car e le sportive di cui abbiamo parlato, ma anche tante auto valide per chi non vuole fare la solita scelta scontata.
Attenzione però, se acquistate un’auto che non ha un grande successo di pubblico avrete più difficoltà a rivenderla, e quindi una svalutazione maggiore. E’ una legge di mercato.