La nuova Ford Mustang è la prima pony car pensata anche per il mercato europeo. Il prezzo non è elevato, le prestazioni sono da vera sportiva – la velocità massima non è da urlo, ma spinge davvero forte– e i consumi della Mustang 2.3 Ecoboost non spaventano. Vediamo più nel dettaglio le sue caratteristiche, tra cui il prezzo e il suo equipaggiamento, i consumi e le prestazioni.


Ford Mustang, prezzo e dotazione

Per mettersi in garage un mito americano come la Ford Mustang non serve un conto in banca da sceicco: con un prezzo di listino che parte da 38.000 euro per la versione 2.3 Ecoboost, la Mustang costa quanto una berlina turbodiesel del segmento D come un’Audi A4, una BMW Serie 3 o una Mercedes Classe C. Anche meno, se si attinge alla lista degli optional di una tedesca premium.

La dotazione compresa nel prezzo di 38.000 euro della Ford Mustang è particolarmente ricca: tra gli altri troviamo airbag anteriori, laterali, a tendina e per il ginocchio del guidatore, climatizzatore automatico bi-zona, servosterzo progressivo, interni in pelle, sistema keyless entry, sistema di infotainment SYNC 2 con touchscreen da 8”, telecamera posteriore, impianto audio con 9 speaker, sedili anteriori regolabili elettricamente, sensore pioggia, pedaliera in alluminio e cerchi in lega da 19” (con pneumatici posteriori  275/40 per la Mustang GT). Tra l’altro ci sono ben 4 tinte della carrozzeria senza sovrapprezzo, 5 metallizzate offerte al prezzo di 800 euro e quella più esclusiva (Mami Yellow Perlescente) a 1.400 euro.

Il prezzo della Ford Mustang 2.3 Ecoboost Convertible, invece, è di 42.000 euro. Si tratta dell’elegante versione cabriolet che consente di viaggiare a cielo aperto.

Anche la Ford Mustang GT, quella con il V8 sotto il cofano per intenderci, non ha un prezzo esagerato: si parte da 43.000 euro. E la dotazione è sempre ricca. I costi di gestione, però, sono più impegnativi. A cominciare dai consumi.


I consumi della Ford Mustang

Partiamo dalla meno potente Mustang 2.3 Ecoboost, che può comunque contare su 317 CV di potenza: il consumo medio dichiarato dalla Casa è di 8 l/100 km, ovvero 12,5 km con un litro di verde. In città il consumo è di 10,1 l/100 km mentre nei percorsi extraurbani scende a 6,8 l/100 km. Un bel risultato, considerata la potenza.

La stessa versione con il cambio automatico ha consumi sensibilmente più alti, soprattutto in città, dove fa registrare 14,1 l/100 km; nei percorsi extraurbani il valore è pari a 7,2 l/100 km per un consumo medio di 9,8 l/100 km.

Discorso differente per la Ford Mustang GT da 421 CV, che ha un consumo più elevato con il cambio manuale piuttosto che con l’automatico. In ogni caso siamo ben al di sotto della soglia psicologica dei 10 km/l: il consumo medio della versione manuale è di 13,5 l/100 km (7 km/l) mentre di quella automatica è pari a 12 l/100 km (8,3 km/l). Il consumo più alto è quello della Mustang manuale in contesto urbano, dove ha fatto registrare ben 20,1 l/100 km, ovvero meno di 5 km/l.


Prestazioni della Mustang: 0-100 e velocità massima    

Il prezzo è basso (38.000 euro) e in quanto a consumi non ci si può lamentare. La Ford Mustang 2.3 Ecoboost non è una sportiva per pochi, eppure in quanto a prestazioni non lascia affatto a desiderare: il piccolo (piccolissimo, per gli americani) motore 2.3 4 cilindri in linea sovralimentato eroga 317 CV di potenza massima e 432 Nm di coppia che le consentono di staccare un tempo da 0-100 km/h in appena 5,8 secondi e di raggiungere la velocità massima di 233 km/h.

Con la Ford Mustang GT, invece, si scende sotto i 5 secondi nello scatto da 0 a 100 (4,8 secondi per essere precisi) mentre in termini di velocità massima sfiora i 250 km/h.
Sotto il cofano, d’altra parte, c’è l’enorme motore yankee 5.0 litri V8 da 421 CV e 542 Nm.