Sempre più spesso si ricorre ad un finanziamento per l’acquisto di beni di consumo e l’auto, come bene di consumo costoso, viene spesso acquistata Finanziamento autorivolgendosi ad una finanziaria o a una banca.
Ma cosa sono tan e taeg? E come funzionano un finanziamento auto con maxi rata finale? Queste sono le domande più frequenti che sorgono quando ci si avvicina all’argomento e ci si trova spiazzati davanti a queste formule di non semplice interpretazione.

Vediamo di fare chiarezza iniziando dal tasso di interesse applicato che va ad incidere sul costo del finanziamento dell’auto.

Il TAN è il tasso annuo nominale e indica in percentuale il tasso di interesse annuo applicato al finanziamento dell’auto. Per fare un esempio su un finanziamento di 20.000 euro della durata di 5 anni con TAN del 7%, la rata sarà composta dalla quota capitale più la quota interessi e nel caso specifico, utilizzando un piano di ammortamento francese, avremo una rata di 396 euro al mese.

Il piano di ammortamento francese è il più diffuso nei finanziamenti e si caratterizza per il fatto di mantenere costante la quota della rata. La quota interessi diminuisce mano a mano che il debito residuo si riduce e la quota capitale si adegua alla variazione per mantenere costante la quota della rata (per non perdere ore e ore con la calcolatrice, segnaliamo questo utile strumento per calcolare il piano di ammortamento e la rata del finanziamento). 

Il TAN tuttavia non tiene conto delle spese che girano intorno al finanziamento,  cosa che invece fa il TAEG ossia il tasso annuo effettivo globale. Per il calcolo del TAEG infatti oltre al tasso annuo nominale vanno aggiunti gli oneri accessori del finanziamento, quali le spese di istruttoria della pratica, le assicurazioni obbligatorie legate al finanziamento e le spese di incasso della rata, costi che non incidono in modo diretto sulla rata ma che sono comunque pagati dal cliente.
Il TAEG rappresenta quindi il reale costo del finanziamento, per questo è importante vedere nelle varie offerte di finanziamenti non solo il TAN ma anche il TAEG, e se si discostano molto l’uno dall’altro significa che il tasso di interesse applicato è basso rispetto agli oneri accessori legati al finanziamento stesso.

La formula di finanziamento dell’auto con maxi rata finale prevede una rateazione di parte della cifra dell’auto mentre l’altra parte viene pagata in un’unica soluzione alla fine del periodo di rateazione. Questa tipologia di credito è adatta a chi cambia frequentemente l’auto, ed in genere la maxi rata corrisponde al valore dell’auto al momento della scadenza.
Utilizzando un apposito strumento, consideriamo ad esempio un finanziamento per l’auto di 20.000 euro della durata di 36 mesi con TAN 7% e maxi rata finale di 8.000 euro si avrebbero 36 rate di 418,35 euro e, al trentasettesimo mese, maxi rata finale di 8.000 euro.
Lo stesso finanziamento di 20.000 euro per 37 mesi senza maxi rata finale avrebbe 37 rate di 602,54 euro: la rata risulta più alta perché relativa a tutta la cifra finanziata per l’auto, ma si otterrebbe un risparmio di 766,77 euro di interessi, senza contare che rifinanziare la maxi rata, nel caso non si avessero i soldi per pagarla, avrebbe dei costi elevati.

Il consiglio, prima di inoltrarsi in un finanziamento auto, è quello di fare diverse simulazioni e diversi preventivi gratuiti online, in modo da arrivare in concessionaria o in banca già informati sulle migliori condizioni che offre il mercato.