Fiat  reinventa ancora il concetto di SUV e propone, con la Panda  Cross, un’auto che combina le caratteristiche di un vero fuoristrada con l’adattabilità e l’usabilità di una city car. Con questa versione, Fiat amplia ulteriormente la gamma Panda, inserendola in una fascia di mercato sempre più importante e in evoluzione: quella dei SUV compatti. I dati infatti dimostrano che questa categoria costituiva circa il 7% delle vendite totali in Europa nel 2006 (anno del lancio della prima Panda Cross), e oggi raggiunge il 20%.
Il design della nuova Panda Cross non ha solo una pura funzione estetica: ogni parte della vettura è anche stata disegnata in modo da proteggere la scocca e le parti meccaniche quando si fa fuoristrada.


Per tutti i terreni

Dietro  le linee ricercate della Cross si nasconde un sofisticato sistema di trazione integrale “Torque on demand”, provvisto di due differenziali (uno posteriore ed uno anteriore) ed un giunto centrale controllato elettronicamente. Questo sistema comunica con una centralina che, ricevendo segnali dall’auto, ripartisce la coppia motrice sui due assali a seconda delle necessità di trazione e a seconda del fondo stradale.
Inoltre gli amanti del fuoristrada potranno divertirsi a giocare con il selettore della modalità di guida, infatti si può modificare il set up dei differenziali, scegliendo tra tre modalità: Auto, Off-road e Hill Descent Control.
In modalità auto, quando si viaggia in autostrada o in città la ripartizione della coppia è del 98% spostata sull’asse anteriore, per ridurre i consumi e per aumentare l’efficienza. Solo quando si passa su fondi scivolosi o con scarsa aderenza il sistema integrale automaticamente distribuisce la potenza tra i due assali.
In modalità Off-road invece, la trazione integrale rimane permanente fino a 50 km/h, rendendo più pronta la risposta della vettura con l’aiuto dell’Electronic Locking Differential (ELD) che pre-carica la coppia sull’asse posteriore ed inibisce l’intervento dei controlli elettronici per avere più controllo sulla vettura. Infine i freni “pinzano” le ruote che perdono aderenza per mantenere l’auto in traiettoria e fornirle ancora più trazione.


Piccola ma con grandi doti

Rispetto alla Panda 4x4, la Cross è stata migliorata ulteriormente anche per quanto riguarda l’altezza, ora è aumentata fino a un totale di 161 mm per la versione TwinAir e 158 mm per quella Multijet, grazie a molle specifiche e pneumatici maggiorati di 10 mm.
Anche gli angoli caratteristici fuoristrada sono stati migliorati: l’angolo di attacco è  di 24°, quello di uscita di 34° e quello di dosso è pari a 21°; inoltre la Panda Cross può superare una pendenza massima del 70% e una pendenza laterale del 55%.


Motorizzazioni

Le motorizzazioni offerte sono due, quelle che si sposano meglio con personalità offroad: 1.3 Multijet e 0.9 Twin Air Turbo. Il motore 1.3 diesel eroga una potenza massima di 80 CV a 4.000 giri/min ed una coppia di ben 190 Nm a soli 1.500 giri/min. Il bicilindrico turbo benzina eroga 90 CV a 5.500 giri/min e 145 Nm costanti tra i 1.900 e i 3.000 giri/min.


Dotazione

La nuova Panda Cross dispone di una ricca dotazione di serie che include: un cambio a sei rapporti specifico con marce più corte, climatizzatore automatico, radio CD/MP3 con sistema Blue&Me™ con comandi al volante, cerchi in lega bruniti specifici da 15”, retrovisori esterni riscaldabili con comando elettrico, chiusura centralizzata con telecomando a distanza, volante regolabile in altezza, fendinebbia, volante e pomello del cambio in pelle, sedile guida regolabile in altezza, poggiatesta posteriori e pneumatici appositi 185/65 R15 M+S All Seasons. Tra gli optional sono disponibili il parabrezza termico, i cristalli scuri e il City Brake Control.

Francesco Neri