Correva l’agosto del 2013 quando il Gruppo Daimler ha lanciato coraggiosamente Car2go, il servizio di car sharing che ha rivoluzionato la mobilità cittadina di Milano. Ottenendo un successo per molti inaspettato.


Milano come esempio di successo

“Il primo anno di car2go a Milano è stato per noi un enorme successo e ha reso questa magnifica città una delle migliori location in cui è attivo il servizio a livello mondiale. Ogni volta che sono a Milano, posso testare dal vivo come car2go sia diventato sempre più un aspetto fondamentale per la mobilità dei cittadini milanesi e come si integri alla perfezione con tutti i mezzi di trasporto esistenti in città.” Queste le parole pronunciate dall’Amministratore Delegato di Car2go Europa, Thomas Beermann.
Car2go è presente in 27 città tra Europa e Nord America, e oggi il servizio viene lanciato a Francoforte, in Germania. Va ricordato che oggi, con la propria tessera, è possibile usufruire del servizio in tutta Europa, e in futuro sarà possibile utilizzarlo anche negli Stati Uniti e in Canada.


Un servizio necessario

Con 70.000 iscritti e 25.000 noleggi a settimana, Car2go dimostra quanto fosse necessario un servizio di car sharing intelligente in una città come Milano, dove la maggior parte dei parcheggi sono a pagamento e quelli che più spesso si trovano liberi sono riservati ai residenti. Con Car2go, lo ricordiamo, si sale sulla Smart Fortwo più vicina e la si lascia dove si vuole: anche nei parcheggi con strisce blu o con strisce gialle. Senza pagare nulla, ovviamente. L’altro vantaggio? Si può entrare gratuitamente nell’Area C, che altrimenti prevede un costo di 5 euro al giorno. A questo si aggiungono costi e condizioni di utilizzo chiari e trasparenti.


Meno auto di proprietà

Reecentemente c'è stata una riduzione delle auto all’interno della città, ha sottolineato l'assessore alla Mobilità Pierfrancesco Maran, sostenendo che, probabilmente anche grazie a Car2go, molte famiglie hanno deciso di sbarazzarsi della seconda auto. Solitamente quella più vecchia, che poi risulta essere quella che inquina di più. Secondo gli esperti, il fenomeno del car sharing è in costante crescita, tanto che le previsioni parlano di 12 milioni di utenti entro il 2020.


Il profilo del cliente Ca2go a Milano

Sul totale degli iscritti, due terzi dei clienti milanesi è di sesso maschile, mentre un terzo è di sesso femminile. In termini di età, il 15% dei clienti ha tra i 18 e i 25 anni, il 35% tra i 36 e i 49 anni, il 32% ha tra i 26 e i 35 anni e il 18% dei clienti supera i 50 anni.