La prima suv coupé che ha lanciato la moda delle suv sportive si rinnova, e nella versione 2012 si presenta rinnovata nel vestito e nei motori. Ma la principale novità è il lancio della nuova X6 M50d, la prima BMW della divisione M con motore diesel.

Notate le lievi differenze stilistiche per mantenere al passo con i tempi l’auto e le nuove colorazioni disponibili arriviamo subito al punto, che per la BMW X6 si tratta dei motori. La sportiva suv bavarese ha sempre avuto delle motorizzazioni sportive e parsimoniose nei consumi (sempre in relazione a massa e prestazioni!), sia che si tratti dei diesel, sicuramente la soluzione più diffusa, che dei benzina, per chi non bada alle spese di gestione. La X6 30d è la “entry level” della suv sportiva per eccellenza, e non è affatto una soluzione di ripiego: dotata di un turbodiesel da 245 cv (quasi al limite per il pagamento della nuova tassa auto sopra i 180 kw) raggiunge i 210 km/h e accelera da 0-100 in 7,5 secondi, il tutto con un consumo medio contenuto di 7,5 litri per 100 km. E consuma ancora meno la X6 40d, la versione Twin turbo diesel da 306 cv, per un consumo medio di 7,4 litri per 100 km, una velocità massima di 236 km/h e un’accelerazione da 0-100 in 6,6 secondi.

Tra i motori a benzina si parte con la X6 35i , Twin turbo già utilizzato su quasi tutta la gamma BMW, che sviluppa 306 cv proprio come la X6 40d. La differenza è sulla coppia massima, di 400 nm a 1.200 giri per la 35i e 600 nm a 1.500 giri per la 40d, che rende più sfruttabile la versione diesel in quasi tutte le condizioni mentre rende più divertente la versione a benzina nella guida sportiva grazie alla migliore capacità di allungo del motore.

Per i più sportivi c’è la X6 50i da 306 cv, 250 km/h e 0-100 in 5,4 secondi, o la più estrema X6 M con una potenza esagerata di 555 cv tirati fuori dal 4.4 V8 montato anche sulla meno pompata 50i. Velocità limitata elettronicamente a 250 km/h e accelerazione da 0-100 in 4,7 secondi. Incredibile per una suv da oltre 2 tonnellate. Inutile parlare dei consumi di queste due versioni.

La vera novità del 2012 però è la BMW X6 M50d, la versione diesel secondo la divisione sportiva M. E’ la prima volta che la divisione M sviluppa una versione a gasolio, cosa che farà inorridire i puristi che non si rassegnano alle esigenze del mercato. La X6 M50d è dotata del 3.0 6 cilindri in linea Twin turbo e sviluppa una potenza di 381 cv e una incredibile coppia massima di 740 nm. Con un tempo di 5,3 secondi per raggiungere i 100 km/h da ferma la X6 M50d accelera più velocemente della X6 50i, ma consuma decisamente poco: 7,7 litri per 100 km. La dinamica della X6 M50d è curata dalla divisione M per offrire il massimo della guidabilità e del piacere di guida su strada, limitando sensibilmente le doti fuoristradistiche che, peraltro, non sono mai state l’obiettivo primario della BMW X6.
Il prezzo della X6 M50d, in listino dalla primavera 2012, sarà di circa 95.000 euro.