BMW presenta la nuova Serie 5 restyling. Come si può notare scorrendo le immagini della fotogallery le modifiche apportate sono poche e di lieve entità, improntate soprattutto a sottolineare il suo carattere sportivo ma senza modificarne i codici stilistici: cambiano la cornice del doppio rene, le prese d’aria, le nervature del cofano anteriore e i gruppi ottici, quelli anteriori con fari allo Xeno di serie – in alternativa gli opzionali Adaptive LED – e quelli posteriori dotati di luci a LED.


Le modifiche nell’abitacolo

L’aggiornamento della BMW Serie 5 riguarda anche gli interni, che guadagnano portaoggetti più capienti, nuove finiture e una dotazione più ricca e tecnologica, tra cui l’opzionale sistema di intrattenimento per i sedili posteriori che prevede due display tablet-style sugli schienali dei sedili anteriori. Di serie su tutte le versioni il sistema infotainment BMW ConnectedDrive.


Ancora più efficiente

Tutta la gamma della nuova BMW Serie 5 restyling sarà dotata dei sistemi Start&Stop – anche le versioni con trasmissione automatica ZF a 8 rapporti –, Brake Energy Regeneration ed ECO PRO, che include la modalità ECO PRO Route nel navigatore satellitare Pofessional con cui viene calcolato il percorso più economico. Inoltre le modifiche al design hanno apportato un miglioramento del coefficiente aerodinamico, con un Cx per la nuova 520d pari a 0,25.


Il debutto della 518d

Tra i motori della nuova BMW Serie 5 restyling, tutti omologati Euro 6, debutta il 2.0 litri turbodiesel da 143 cv e 360 Nm sulle versioni 518d berlina e 518d Touring. La nuova versione entry-level a gasolio ha un consumo medio nel ciclo di omologazione UE di 4,5 l/100 km ed emissioni di CO2 pari a 119 g/km.
Nuova anche la 520d xDrive, la versione a trazione integrale permanente ora disponibile anche con il 2.0 litri nella variante da 184 cv oltre che per le versioni 528i, 535i, 550i, 525d, 530d, 535d e M 550d, mentre il 4.4 V8 TwinPower Turbo della 550i passa da 408 a 450 cv di potenza.