La rincorsa ad offrire auto più parche e più “verdi” viene affrontata in diversi modi dalle case automobilistiche. Audi, sui suoi modelli A1 e A3, propone la tecnologia “cilynder on demand” che permette di viaggiare a soli 2 cilindri fino ad una certa soglia di potenza richiesta dal guidatore. Abbassando, ovviamente, consumi ed emissioni inquinanti.


Come funziona

La tecnologia “cilynder on demand” funziona con un’altra tecnologia di Audi denominata “valve lift system”, che varia l’alzata delle valvole e che disattiva automaticamente due dei quattro cilindri del 1.4 litri TFSI nel range compreso tra 1.400 e 4.000 giri/min e quando viene richiesta una coppia tra i 25 e i 75 Nm.
La centralina è programmata per attuare la disattivazione dei cilindri quando questo comporti un’effettiva riduzione del consumo di carburante, evitando di la disattivazione per periodi troppo brevi, mentre durante la frenata viene garantito il funzionamento di tutti e quattro i cilindri per ottimizzare il freno motore.
 

Quanto si risparmia

La tecnologia “cilynder on demand” è riservata ai modelli Audi A1 1.4 TFSI e A3 1.4 TFSI, che sviluppano una potenza di 140 cv, e fa risparmiare alle due vetture - omologate per la futura normativa Euro 6 - rispettivamente 0,6 l/100 km e 0,5 l/100km.


I prezzi delle due vetture

Il prezzo dell’Audi A1 1.4 TFSI Attraction, con cambio manuale, è di 21.450 euro per la versione 3 porte e di 22.130 euro per la versione Sportback. Il cambio automatico S tronic è un optional in listino al prezzo di 1.750 euro.
L’Audi A 3 1.4 TFSI Attraction, disponibile solo con il cambio manuale, costa 25.350 euro nella versione 3 porte e 26.200 euro nella versione Sportback.