Entrano a far parte della gamma le Alfa Romeo MiTo Quadrifoglio Verde e Giulietta Quadrifoglio Verde, due versioni sportive che portano un simbolo storico del Marchio nato nel 1923. Presentate in anteprima al Salone di Ginevra 2014, rappresentano l’anima sportiva del Biscione rendendo omaggio alla storia delle performanti auto che portavano il simbolo del Quadrifoglio Verde.


MiTo Quadrifoglio Verde

Sportiva dentro e fuori, la MiTo Quadrifoglio Verde cela sotto il cofano un motore 1.4 Multiair Turbobenzina abbinato al cambio Alfa TCT a 6 rapporti con doppia frizione a secco di ultima generazione. La potenza massima di 170 CV viene erogata a 5.500 giri e la coppia massima tocca i 250 Nm a 2.500 giri nella modalità di guida Dynamic (selezionabile tramite il selettore DNA). La MiTo Quadrifoglio Verde scatta da 0-100 in 7,3 secondi e raggiunge i 219 km/h di velocità massima, il tutto emettendo un sound  inconfondibile. Il consumo dichiarato nel ciclo combinato di omologazione è pari a 5,4 l/100 km, con emissioni di CO2 pari a 124 g/km.


Giulietta Quadrifoglio Verde

Anche la Giulietta Quadrifoglio verde, come la MiTo, non nasconde il suo carattere performante. Il suo cuore è il nuovo 1750 Turbo Benzina con iniezione diretta e basamento in alluminio capace di erogare 240 CV a 5.750 giri e 340 Nm di coppia costanti tra i 2.000 e i 4.000 giri; già a 1.800 giri viene erogata l’80% della coppia massima. La trasmissione è affidata al cambio Alfa TCT – doppia frizione a secco, 6 velocità – con funzione Launch Control, che offre in opzione i paddles al volante per cambiare in modalità manuale.
La Giulietta Quadrifoglio verde supera i 240 km/h e accelera da 0-100 in 6 secondi netti. Il suono del motore – omologato Euro 6 – è assicurato dal nuovo gruppo di aspirazione QV Intake Engine Sound che enfatizza le basse frequenze.