La nuova Toyota Aygo, presentata in anteprima al Salone di Ginevra 2014, esce dalla linea di produzione di Kolin, repubblica Ceca. Le vendite in Europa partiranno dall’estate 2014.

La produzione della piccola citycar giapponese si accompagna a quella delle due “gemelle” Peugeot 108 e Citroen C1, che condividono telaio e meccanica ma si distinguono per il loro design. L’investimento sostenuto da TPCA (Toyota Peugeot Citroen Automobilies) per l’introduzione del tre modelli ammonta ad oltre 6 miliardi di corone e ha generato 700 nuovi posti di lavoro.

Attualmente escono dalla linea di produzione 300 vetture al giorno, ma l’obiettivo è di raggiungere le 1.000 unità entro giugno per soddisfare le previsioni di vendita di 210.000 veicoli l’anno dei tre modelli, dei quali 80.000 Toyota Aygo.

Lo stile della giapponesina di seconda generazione è caratterizzato dal design a “X” del frontale e dall’ampia gamma di personalizzazioni scelte dalla Casa con l’idea di trasmettere divertimento: oltre 10 parti del veicolo possono essere sostituito anche dopo aver acquistato l’auto.

La Toyota Aygo di seconda generazione prevede una motorizzazione 1.0 VVT-i a 3 cilindri (3,8 l/100 km e 88 g/km di CO2), due allestimenti e due versioni speciali. In opzione è disponibile anche la trasmissione automatica x-shift.