Quali sono le auto nuove più economiche?

L’acquisto di un’auto è richiede un certo impegno economico, e sceglierla usata, per molti, è troppo rischioso: un’auto nuova coperta da almeno due anni di garanzia fa dormire sonni più tranquilli. Vediamo quali sono le 5 auto nuove più economiche sul listino e le loro caratteristiche.


DACIA SANDERO: LA PIÙ ECONOMICA

Al primo posto nella classifica delle 5 auto nuove più economiche c’è la Dacia Sandero, da anni la regina delle auto economiche. Il marchio low cost rumeno di proprietà del gruppo Renault offre prodotti dal buon rapporto qualità prezzo, e la Sandero, con i suoi 7.900 euro per la versione d’ingresso, vince a mani basse non solo nella sua categoria, ma anche in termini assoluti.

La Dacia Sandero, infatti, è una spaziosa utilitaria a 5 porte (è lunga oltre 4 metri, larga 1,73 e alta 1,52) e offre un bagagliaio dalle buone capacità: da 320 a 1.200 litri di capienza. La versione più economica ha una dotazione di serie ridotta all’osso ed è spinta da un motore a benzina 1.2 4 cilindri da 75 CV di origine Renault. Le finiture lasciano a desiderare, ma se si bada alla sostanza è una buona soluzione.


DR ZERO: 7.980 EURO

La seconda classificata arriva dalla Cina e viene assemblata a Isernia: si tratta della DR Zero, una citycar piccola e ben accessoriata, ma con qualche pecca in termini di qualità generale. D’altra parte è l’unica nella classifica delle 5 auto nuove più economiche ad offrire una dotazione di serie completa che include l’aria condizionata, l’impianto audio, i sensori di parcheggio posteriori, gli specchietti regolabili elettricamente e i cerchi in lega.

Peccato che gli airbag siano solo 4: un po’ pochi per gli standard attuali. La DR Zero è equipaggiata con un motore 1.0 3 cilindri da 69 CV che le consente di raggiungere prestazioni in linea con quelle delle concorrenti.


DACIA LOGAN MCV: 8.700 EURO

Il terzo gradino del podio delle 5 auto nuove più economiche è occupato da un’altra Dacia, questa volta una station wagon. La Dacia Logan MCV costa 8.700 euro, quindi meno di una citycar, ma vanta un bagagliaio enorme: 573 litri, che diventano 1.518 con l’abbattimento dei sedili posteriori.

La base di partenza della Logan MCV è la stessa della Sandero, e anche il motore d’ingresso è lo stesso 1.2 da 75 CV alimentato a benzina. Per avere un equipaggiamento soddisfacente bisogna ovviamente scegliere un allestimento più costoso di quello base, e per avere prestazioni più brillanti e consumi inferiori è meglio orientarsi sul motore turbodiesel. Ma anche puntando più in alto, la Logan resta la station wagon più economica del listino.


SUZUKI CELERIO: 8.990 EURO

Al quarto posto della classificata troviamo la Suzuki Celerio, la citycar giapponese che ha sostituito la Suzuki Alto. La Celerio è la quarta auto nuova più economica sul listino e la seconda citycar più economica (dopo la DR Zero). Non ha uno stile giovane e trendy e le finiture sono migliorabili, ma ha diverse qualità: un abitacolo molto spazioso per la categoria, offre una seduta alta, è facile da guidare ed è spinta da un motore a 3 cilindri particolarmente sobrio.

La Celerio L in listino a 8.990 euro ha una dotazione povera, quindi va scelta esclusivamente se si pensa di utilizzarla per spostamenti brevissimi , se non si ama l’aria condizionata e non si ascolta la radio, perché ne è sprovvista.


SKODA CITIGO: 9.450 EURO

Al quinto posto delle auto nuove più economiche troviamo la Skoda Citigo, citycar gemella di Seat Mii e Volkswagen Up!, in listino con prezzi a partire da rispettivamente 9.620 e 11.150 euro. La Citigo ha dimensioni contenute (è lunga 3,60 metri) ma ha una buona qualità costruttiva e si guida bene.

Nella versione d’ingresso da 9.450 euro ha una dotazione povera: se si desiderano certi comfort, come con la maggior parte delle auto in questa classifica, si sale di prezzo. La Skoda Citigo è disponibile anche nella versione bi-fuel benzina e metano: il prezzo parte 21.020 euro, ma in termini di costi di percorrenza è senz’altro l’auto più economica in assoluto tra quelle con motore endotermico.


COME RISPARMIARE ACQUISTANDO UN'AUTO NUOVA

Questa classifica è puramente indicativa: fa riferimento ai prezzi di listino ufficiali, che sono soggetti a variazioni frequenti; riguarda le versioni d’ingresso, a volte troppo povere dal punto di vista degli accessori; non tiene conto di eventuali offerte delle case automobilistiche, che possono risultare molto convenienti ribaltando quindi le carte in tavola.

Come bisogna muoversi, quindi, per risparmiare sull’acquisto di un’auto? Oltre a farsi un’idea sul listino delle auto nuove, è opportuno guardare le offerte delle case mese per mese. L’ultimo passaggio è quello di recarsi di persona nelle concessionarie dei marchi che interessano e valutare lo sconto proposto e l’eventuale valutazione dell’usato.